La vita di ora

Che fine ha fatto la vita di prima? Io non la trovo. Non mi ricordo come ero, cosa provavo. Guardo indietro, alla me del prima, e non riesco a mettere a fuoco. Non la sento me. Non ho indossato tutte le scarpe che ho comprato e che sembravano indispensabili. Non ho incontrato le persone che... Continue Reading →

Giugno 2020 a New York

È da un po' di notti che qui a New York non si dorme. Non per il ronzio degli elicotteri che attutito dai doppi vetri sembra una zanzara d'estate che ti disturba la bellissima fase di abbandono al sonno. Non perché ho un compagno di colore che a malapena viene emozionato dalle notizie di Minneapolis,... Continue Reading →

Spring 2020

My neighbor is a white boy in his thirties. He always wears a hat. Always. He could be American, or from Northern Europe. His house is right in front of mine. Today he cleaned it all up. Even the windows. While I am writing this, he is folding the laundry that has just been removed... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑