Abbiamo vinto tutti

Non hanno vinto solo i democratici, ha vinto la democrazia. Che è più grande di noi, che è oltre, che è la guerra vinta da chi c’è stato prima, dopo battaglie, tante, troppe, perse, versando litri di sangue e lacrime mai asciugati. Non hanno vinto solo i democratici, hanno vinto anche tutti quelli che hanno supportato Donald... Continue Reading →

Soldati alla finestra

Che strano il clima di questi giorni. È diverso, lo senti sulla pelle, un po’ come quando non sei più abituato all’umidità romana e passeggi a Villa Pamphili alle sei di sera, a novembre. Sembra tutto sospeso. I numeri dei contagi salgono, i giorni al voto diminuiscono. Formicai di gente in mascherina distanziata sei piedi... Continue Reading →

As at grandma’s on a Sunday

I was walking through Manhattan and I stopped by Pret a Manger for a quick sandwich on 32nd street. I sat at one of those counters stuck to the windows to see outside. On my right, a beautiful girl with curly and short hair, black as her skin. On my left, an African-American woman in... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑